Taranto, 23 novembre 2017

LA RIFORMA DEL CODICE DELL’AMMINISTRAZIONE DIGITALE E LE NOVITA’ EUROPEE DEL SETTORE: NUOVI OBBLIGHI PER GLI UFFICI PUBBLICI

- PARTECIPAZIONE GRATUITA PER GLI ENTI LOCALI -

RIVOLTO A:
Amministratori, Revisori dei Conti, Segretari Generali, Dirigenti, Funzionari e Operatori Uffici Tributi e Finanziari, Società 100% pubbliche Enti Locali.

in collaborazione con

Comune di
TARANTO

23 NOVEMBRE 2017
Dipartimento Ionico
Via Duomo, 259
TARANTO

CAPIENZA SALA: 130 POSTI

 
 
Il 2016 è stato un anno ricco di innovazioni nel rapporto tra Amministrazione e nuove tecnologie. Il 2017 e il 2018 rappresentano il biennio di totale transizione al digitale, come dimostrato dal Piano Triennale per l’Informatica nella PA, pubblicato nel maggio 2017, e dalla sesta modifica in atto al Codice dell’Amministrazione Digitale – CAD (D.Lgs. 82/2005), dopo quella del 2016 (D.Lgs. n. 179) volta ad allinearlo al Regolamento europeo n. 910/2014 in tema di identità digitale.
Alcuni processi di innovazione sono divenuti sempre più netti e stringenti per gli Uffici pubblici, soprattutto se letti in combinato con altre norme recenti, come l'introduzione in Italia del Freedom of Information Act (D.Lgs. n. 97/2016) o il Regolamento privacy europeo n. 679/2016, destinato quest'ultimo a modificare dal 25 maggio 2018 l'intero assetto della privacy, come oggi lo conosciamo e applichiamo quotidianamente nella pratica amministrativa.
L’Amministrazione pubblica italiana sembra quindi avere accelerato il passo per una piena attuazione di una PA senza carta (già disposta con gli artt. 40 e 41 del CAD), con un chiaro rafforzamento dell'impianto sanzionatorio nei confronti di dirigenti e funzionari.
Il relatore della giornata formativa, partendo dalla propria esperienza maturata nel coinvolgimento nel processo governativo di scrittura della citata riforma 2016 del CAD, intende fornire: un preparazione di base, con taglio pratico, in tema di Amministrazione digitale, quindi incentrata sull’analisi della portata giuridica degli strumenti di settore, disamina essenziale per una piena comprensione, da parte del funzionario/dirigente di ogni effetto di legge scaturente dal loro quotidiano utilizzo; un approfondimento specifico dei contenuti del nuovo CAD e dei processi innovativi avviati in Italia e in Europa, con orizzonte il 2020, con focus sulla sesta modifica in atto e quindi sull’applicazione del CAD anche alle “attività e funzioni ispettive e di controllo fiscale”.

 

PROGRAMMA

Ore 9,00
Apertura dei lavori

Saluti
Dante CAPRIULO
(Consigliere Delegato del Comune di Taranto)
Simone SIMEONE (Dirigente Aarea Finanziaria e Tributi del Comune di Massafra (TA) - Presidente Comitato Regionale A.N.U.T.E.L. per la Puglia)
Marcella ANCORA (Funzionario Responsabile Imposta di Soggiorno del Comune di Lecce - Componente Consiglio Generale A.N.U.T.E.L.)

Ore 9,30
Inizio della relazione

 

Relatore:
Marco MANCARELLA
(Professore aggregato di Informatica giuridica - Unisalento - Direttore Laboratorio di eGovernment - Unisalento - Avvocato esperto in Amministrazione digitale - Docente A.N.U.T.E.L.)

L’EGOVERNMENT IN ITALIA
- Genesi e principi generali del CAD.
- Riforma 2016 del CAD e relazioni con altre novità normative europee  e italiane.
- Nuova riforma in atto del CAD nel 2017.
- Cybersecurity: Circolare AGID n. 2/2017.
- Chief Digital Officer e Privacy Officer.
- Swicth-off digitali.
- Nuovi profili di responsabilità nel CAD.

APPLICABILITA’ DEL CAD AL SETTORE TRIBUTI
- Eliminazione in atto del limite ex art. 2 CAD.
- Applicabilità agli atti di liquidazione, rettifica, accertamento e di irrogazione delle sanzioni di natura tributaria.
- Questioni PEC e copie informatiche.
- Giurisprudenza.
- ANPR e domicilio digitale.

IL DOCUMENTO AMMINISTRATIVO INFORMATICO
- Definizione e caratteri.
- Formazione, trasmissione, copia e duplicazione.
- Decertificazione.
- Vizi di legittimità dell’atto amministrativo elettronico.

LA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (PEC) E LA POSTA ELETTRONICA ORDINARIA (PEO)
- Funzionamento e profili probatori.
- PEC e PEO nella e nella PA.
- Procedimento amministrativo informatico.
- Conversione dei documenti da analogici a digitali e viceversa.
- Comunicazioni tra imprese e Amministrazioni pubbliche.
- Identità digitale, SPID, domicilio digitale e istanze/dichiarazioni telematiche del cittadino.

LA FIRMA DIGITALE
- Tipologie e caratteri
- Piano probatorio delle firme elettroniche.
- Valore nel tempo delle firme qualificate.
- Firma grafometrica.

CONSERVAZIONE DIGITALE DI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI INFORMATICI
- Sistema di conservazione digitale a norma.
- Ruoli e le responsabilità all’interno della PA.
- Funzionamento del processo di conservazione.
- Documenti analogici originali unici.
- Conservatori accreditati.
- Profili problematici del cloud computing.

TRASPARENZA ONLINE
- Definizione e caratteri.
- Siti web a norma e accessibili (L. n. 4/2004).
- Linee guida design siti web della PA.
- Amministrazione trasparente e diritto di accesso civico (D.lgs. n. 33/2013).
- Rapporto tra diritto di accesso (L. n. 241/1990) e diritto di accesso civico.
- Diritto di accesso totale e FOIA: Circolare Madia n. 2/2017.
- Rapporto con la normativa privacy.
- Social network nella PA.
- Responsabilità.

ALBO PRETORIO ONLINE
- Definizione e caratteri.
- Modalità di pubblicazione degli atti.
- Linee guida del Forum per la conservazione.
- Responsabilità.

CLASS ACTION AMMINISTRATIVA E DISSERVIZI DIGITALI
- Definizione e caratteri.
- Procedimento.
- Collocazione nel nuovo CAD.
- Giurisprudenza in tema di Amministrazione digitale .

 

Ore 13,00
Pausa
Ore 14,00
Ripresa dei lavori
Ore 16,30
Chiusura lavori

 

Al fine di garantire una migliore organizzazione, è preferibile inviare la scheda di prenotazione entro giorno 16 novembre 2017 e comunque nei limiti di capienza della sala.

 

*Gli Enti associati non in regola con il versamento delle quote associative fino alla seconda annualità antecedente quella in corso non avranno diritto alla formazione gratuita sino alla regolarizzazione della posizione. Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria dell’Associazione ai seguenti recapiti Tel. 0967-486494 email iniziative@anutel.it”.
 

 

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

A conclusione dei lavori verrà inviato l'attestato di partecipazione, identificato con il relativo numero di protocollo, direttamente sulla email indicata in fase di prenotazione.

SI RINGRAZIA