Gubbio (PG), 31 ottobre 2017

LE PRINCIPALI QUESTIONI CONTROVERSE
IN MATERIA DI ICI/IMU E TASI

QUOTE DI PARTECIPAZIONE (clicca qui per i costi)

RIVOLTO A:
Amministratori, Revisori dei Conti, Segretari Generali, Dirigenti, Funzionari e Operatori Uffici Tributi e Finanziari, Società 100% pubbliche Enti Locali, Società e Soggetti privati

in collaborazione con

Comune di Gubbio
31 OTTOBRE 2017
Sala Trecentesca del Palazzo Pretorio
P.zza Grande, 9
GUBBIO (PG)

CAPIENZA SALA: 130 POSTI
 
 
La giornata formativa sarà dedica all’esame con taglio pratico e alla luce dei più recenti interventi normativi e giurisprudenziali sul punto alcune particolari fattispecie che per la loro stretta correlazione con la disciplina civilistica possono rendere più complessa la corretta individuazione dei soggetti passivi d’imposta. Nella giornata si affronteranno, inoltre, alcune tra le principali questioni che rappresentano spesso motivo di contenzioso con i contribuenti, così da fornire all’Ente utili suggerimenti per una più efficace difesa in giudizio alla luce dello stato dell’arte della giurisprudenza di legittimità.

 

PROGRAMMA

Ore 9,00
Apertura dei lavori

Saluti
Filippo Mario STIRATI (Sindaco del Comune di Gubbio)
Francesco TUCCIO (Presidente A.N.U.T.E.L.)
Stefano BALDONI (Responsabile Area Economico-Finanziaria e Tributi del Comune di Corciano (PG) - Vice Presidente e Docente A.N.U.T.E.L.)
Michele FARNETI (Responsabile Servizio Tributi dei Comuni di Fossato di Vico e Valfabbrica (PG) - Presidente Comitato Regionale A.N.U.T.E.L. per l'Umbria)

Ore 9,30
Inizio della relazione

 

Relatore:
Maria SUPPA
(Avvocato Tributarista - Patrocinante in Cassazione - Docente A.N.U.T.E.L.)

Le particolari soggettività passive IMU e TASI
- Il diritto di abitazione del coniuge superstite e la nuda proprietà.
- Il diritto di abitazione ex art.1022 e seg.c.c. e il diritto di usufrutto.
- La soggettività passiva del coniuge assegnatario della casa coniugale.
- La soggettività passiva nelle successioni mortis causa.
- La soggettività passiva nel trust.

Esenzione ICI/IMU degli Enti non profit
- I requisiti soggettivi ed oggettivi necessari per accedere all’esenzione alla luce dei più recenti principi espressi dal diritto vivente:
    - il concetto di attività commerciale rilevante ai fini ICI e IMU;
    - l’esenzione per gli immobili concessi in comodato o in locazione e l’utilizzazione diretta;
    - gli immobili destinati ma non utilizzati;
    - i requisiti necessari per l’accesso all’esenzione di Enti ecclesiastici e scuole paritarie;
    - i requisiti necessari per l’accesso all’esenzione delle onlus;
    - l’esenzione per gli immobili a destinazione mista;
    - la rilevanza delle finalità istituzionali e del pubblico interesse ai fini dell’esenzione.
- Gli oneri probatori di chi vanta il diritto al trattamento di favore e l’attività istruttoria del Comune per accertare il diritto o meno all’esenzione.

ICI/IMU in materia di aree edificabili
- La corretta motivazione degli avvisi di accertamento sui valori.
- Gli oneri probatori dell’Ente locale.
- Le soluzioni alternative al contenzioso.
- Le aree edificabili pertinenziali alla luce del diritto vivente.
- Le aree edificabili utilizzate per le attività agricole.

L’applicazione ai tributi locali del principio sulla emendabilità della dichiarazione fiscale
- I principi di diritto vivente sul punto.

IMU/TASI - società di leasing
- Soggettività passiva IMU e TASI nella locazione finanziaria.
- Soggettività passiva IMU/TASI nel caso di fallimento.

IMU/TASI nell’abitazione principale
- Le doppie residenze dei coniugi.
- I comodati.
- Il comodato tra comproprietari.
- Gli immobili dei residenti all’estero.

I vizi della notifica e la loro rilevanza processuale
- La notifica a mezzo posta e a mezzo pec;
- La notifica alle società e alle società cancellate;
- La notifica degli atti tributari nel fallimento; Come difenderci in contenzioso quando il vizio viene contestato.

 

 

Ore 13,00
Pausa
Ore 14,00
Ripresa dei lavori
Ore 16,30
Chiusura lavori

 

Al fine di garantire una migliore organizzazione, è preferibile inviare la scheda di prenotazione entro giorno 24 ottobre 2017 e comunque nei limiti di capienza della sala.

 

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

TIPOLOGIA ASSOCIATIVA MODALITA' DI PARTECIPAZIONE QUOTA DI PARTECIPAZIONE
QUOTA "B"e"C" PARTECIPAZIONE GRATUITA SENZA LIMITI
(in regola con le quote associative fino al 2016*)
GRATUITA
QUOTA "A/PLUS" PARTECIPAZIONE GRATUITA PER N°1 PARTECIPANTE
(n°2 Bonus annuali )
€ 50,00 dal 2° partecipante
QUOTA "A"   € 50,00 a partecipante
 
NON ASSOCIATI   € 150,00 a partecipante
 
SOCIETA' E SOGGETTI PRIVATI   € 150,00 + IVA a partecipante
 
*Gli Enti associati non in regola con il versamento delle quote associative fino alla seconda annualità antecedente quella in corso non avranno diritto alla formazione gratuita sino alla regolarizzazione della posizione. Fermo restando che nei corsi ove è previsto il pagamento gli Enti associati potranno partecipare versando la quota dei non soci. Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria dell’Associazione ai seguenti recapiti Tel. 0967-486494 email iniziative@anutel.it”.
Il pagamento dovrà essere effettuato a ricezione della fattura, esclusivamente sulle coordinate indicate.
Per gli Enti Locali la quota è esente IVA, ai sensi dell'art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)
Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell'art.3 Legge 13.08.2010, n. 136

 

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

A conclusione dei lavori verrà inviato l'attestato di partecipazione, identificato con il relativo numero di protocollo, direttamente sulla email indicata in fase di prenotazione.

COLAZIONE DI LAVORO

È prevista la colazione di lavoro ad un costo convenzionato di € 20,00, a persona, a carico dei partecipanti, presso il ristorante "Picchio Verde" -. La direzione del ristorante rilascerà apposita ricevuta.