Padova, 23 febbraio 2017

IL NUOVO CODICE DEGLI APPALTI IN CHIAVE PRATICA ED INTEGRATO CON LE ULTIME LINEE GUIDA ANAC. LE NUOVE REGOLE PER GLI ACQUISTI DI BENI E SERVIZI.

- RISERVATO ESCLUSIVAMENTE AGLI ENTI LOCALI -

QUOTE DI PARTECIPAZIONE (clicca qui per i costi)

RIVOLTO A:
Amministratori, Revisori dei Conti, Segretari Generali, Dirigenti, Funzionari e Operatori Uffici Tributi e Finanziari, Società 100% pubbliche Enti Locali

in collaborazione con

Comune di
PADOVA
23 FEBBRAIO 2017
Sala Livio Paladin
Via Del Municipio, 2
PADOVA

CAPIENZA SALA: 100 POSTI
 
 
Il progetto didattico sul Nuovo Codice Appalti è quello di far ripercorrere ai partecipanti, dopo una breve ricostruzione del corollario della normativa vigente e individuazione di alcuni degli istituti fondamentali disciplinati "Nuovo Codice" che partirà dai seguenti "capisaldi normativi: 1) il radicale snellimento (dagli oltre 600 articoli del vecchio Codice e del connesso regolamento attuativo a circa 220 articoli, senza regolamento, del nuovo Codice); 2) rivisitazione del ruolo Anac, che interverrà non solo attraverso sanzioni, ma anche attraverso atti di indirizzo, linee-guida, bandi-tipo e contratti-tipo secondo un modello di soft law più flessibile; 3) saranno qualificate le stazioni appaltanti e se non avranno strutture adeguate, non potranno più esercitare tali funzioni e dovranno rivolgersi alle centrali di committenza; 4) le imprese saranno qualificate e giudicate anche sulla base del loro curriculum; 5) il ruolo quasi assoluto del criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, anche per le RDO sul Mepa, dalla fase di nascita del bisogno da parte della Stazione Appaltante, sino alla fase di aggiudicazione.
Il corso è strutturato sia per chi ha già pratica operativa sui temi oggetto di studio e che durante la durata dell’evento formativo, attraverso la visione di atti veri, la partecipazione attiva, le esercitazioni, i confronti con il docente e con gli altri partecipanti, vada a colmare taluni bugs gestionali e ad accrescere le proprie conoscenze e competenze in materia, sia per chi si approccia per la prima volta al mondo degli acquisti di beni e servizi.
L’approccio didattico utilizzato è pratico - applicativo, con esercitazioni sugli aspetti più importanti, tra cui la costruzione reale sulla piattaforma di una RDO con la relativa apertura delle buste e aggiudicazione finale.

PROGRAMMA

Ore 9,00
Apertura dei lavori

Saluti
Pietro LO BOSCO
(Funzionario Contabile A. S. Settore Risorse Finanziarie e Tributi del Comune di Padova - Componente Giunta Esecutiva A.N.U.T.E.L.)

Ore 9,30
Inizio della relazione

 

Relatore:
Giovanni Luca LECCISOTTI (Comandante Polizia Locale - Formatore Enti Locali)

IL NUOVO CODICE DEGLI APPALTI
-  Ambito di applicazione del nuovo Codice.
-  La fase transitoria e le abrogazioni.
-  Il ruolo centrale dell'ANAC con le soft law
-  Il nuovo ruolo del RUP
-  La nuova aggiudicazione ed i controlli.
-  Le soglie comunitarie.
-  Ancora modifiche sulle centrali di committenza.
-  I soggetti aggregatori
-  La certificazione delle stazioni appaltanti.
-  I criteri premiali e le clausole sociali.
-  La suddivisione in lotti ed il frazionamento autorizzato.
-  Le gare elettroniche
-  Le nuove commissioni di aggiudicazione.
-  I criteri di aggiudicazione.

LA LEGGE DI STABILITA’ 2016 MODIFICA GLI ACQUISTI
- L’introduzione delle soglie minime di ricorso al Mepa: le uniche outside options e la possibilità di ricorso diretto al libero mercato
- L’obbligo del programma biennale degli acquisti di beni e servizi: possibili criticità
- La deroga all’applicazione delle discipline telematiche di acquisto con ricorso alle acquisizioni in economia ed all’affidamento diretto: le giuste valutazioni per non incorrere in responsabilità.
- I soggetti aggregatori
- commi 494 e 510 della Legge di Stabilità: obblighi operativi a pena di sanzioni.

LA LEGGE DI BILANCIO 2017
- Acquisti di beni e servizi informatici e di connettività (art. 1, comma 419)
- Acquisti tramite soggetti aggregatori (art. 1, comma 420-423)
- Programmazione biennale beni e servizi (art. 1, comma 424)

IL COROLLARIO NORMATIVO
- nozioni generali
- la situazione dopo la legge di stabilità 2016 e la legge di bilancio 2017
- la situazione normativa attuale dopo il Nuovo Codice dei Contratti

LE VARIE POSIZIONI DI CORTE DEI CONTI, ANAC E MEF
- pareri delle Corte dei Conti
- analisi della recente giurisprudenza
- le indicazioni del MEF e di ANAC

LE NUOVE SOGLIE COMUNITARIE E IL REGIME DEGLI ACQUISTI
- analisi delle soglie
- tra affidamento diretto e procedura negoziata: limiti operativi

LE PROCEDURE DI SCELTA DEL CONTRAENTE
- Le nuove modalità di acquisizione di servizi e forniture.
- Le forme di aggregazione: unioni di comuni, accordi consortili tra comuni, province e soggetti aggregatori.
- Modalità e procedure di scelta del contraente e criteri di aggiudicazione.
- Amministrazione diretta, procedura negoziata e affidamento diretto.

IL MERCATO ELETTRONICO: aggiornamento normativo ed approfondimenti pratici
- nozioni generali
- indicatori del programma di razionalizzazione
- il regolamento interno per gli acquisti in economia applicato al mercato elettronico
- le centrali di committenza ed i soggetti aggregatori
- i parametri prezzo qualità ed i benchmark di riferimento

LA PIATTAFORMA www.acquistinretepa.it
- le abilitazioni
- le modalità di ricerca semplice ed avanzata di prodotti e servizi
- l'ordine diretto di acquisto (ODA): creazione e gestione
- la gestione del carrello (ordini-richieste di offerta)
- la RDO: approfondimenti sulla creazione della procedura di gara, valutazione, aggiudicazione e stipula
- le Convenzioni, gli accordi quadro ed i sistemi dinamici di acquisizione
- l'attività di controllo: gli interventi dell'ANAC
- la Trattativa diretta, nuova modalità di procedura a singolo fornitore inserita da Consip

LA DISCIPLINA GENERALE DEGLI APPALTI SOTTOSOGLIA
- I contratti esclusi in tutto o in parte dall’applicazione del Codice dei contratti pubblici.
- L’art. 36 del nuovo Codice dei contratti pubblici e il documento di consultazione dell’ANAC.
- La qualificazione delle stazioni appaltanti.
- Il nuovo sistema articolato delle soglie.
- I principi generali da rispettare.
- Le indagini di mercato.
- La verifica semplificata del possesso dei requisiti: presupposti e limiti.
- La verifica dei requisiti nelle procedure negoziate.
- Le linee guida dell’ANAC.
- I profili di semplificazione nel caso di ricorso alle procedure ordinarie.
- Le procedure negoziate senza bando nella direttiva 2014/24 e nel Codice dei contratti pubblici.

IL CONTENZIOSO
- i controlli
- l’intervento sostitutivo in caso di DOL irregolare
- il soccorso istruttorio

LE FASI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO
- Gli articoli 32 e 33 del nuovo Codice degli Appalti e delle Concessioni relativi alle fasi delle procedure di affidamento ed i relativi controlli sugli atti;
- Le nuove regole applicabili alle Comunicazioni, ai verbali ed alle Informazioni circa i mancati inviti, le esclusioni e le aggiudicazioni;
- il diritto di accesso agli atti del Procedimento e la riservatezza;
- Gli articoli 52 e 53 del Nuovo Codice dei Contratti Pubblici.

LA REDAZIONE DEGLI ATTI DIRIGENZIALI E I FREQUENTI ERRORI DA EVITARE
- cenni su impegni come da armonizzazione contabile
- le responsabilità dei dipendenti della PA
- gli illeciti amministrativi, contabili e penali nell’affidamento di beni e servizi

ANTICORRUZIONE
- nozioni generali
- PNA, PTPC e Regolamento di fornitura di beni e servizi in economia: il filo conduttore comune

LA GIURISPRUDENZA
- sentenze del TAR e del Consiglio di Stato

 

 

Ore 11,30
Pausa
Ore 12,00
Ripresa dei lavori
Ore 14,30
Chiusura lavori


Al fine di garantire una migliore organizzazione, è preferibile inviare la scheda di prenotazione entro giorno 16 febbraio 2017 e comunque nei limiti di capienza della sala.

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

Enti Locali associati con quota B e C
(in regola con le quote associative fino al 2016) 

PARTECIPAZIONE GRATUITA 
 
PER GLI ENTI LOCALI NON IN REGOLA CON LE QUOTE ASSOCIATIVE LA  PRENOTAZIONE VERRA' TEMPORANEAMENTE SOSPESA FINO AL PAGAMENTO DELLE STESSE

Enti Locali associati con quota A/PLUS

Partecipazione gratuita per n. 1 partecipante
( con un limite di n. 2 giornate all’anno )
dal 2° partecipante la quota è di € 50,00 a persona

Enti Locali associati con quota A
(la quota di partecipazione è riferita a persona) 


€ 50,00

Enti Locali non associati 
(la quota di partecipazione è riferita a persona)

 € 150,00

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE
A conclusione dei lavori verrà inviato l'attestato di partecipazione, identificato con il relativo numero di protocollo, direttamente sulla email indicata in fase di prenotazione.