Genova, 21 - 22 ottobre 2019

CORSO DI FORMAZIONE PER ACCERTATORI TRIBUTARI

- PARTECIPAZIONE GRATUITA PER GLI ENTI LOCALI -

RIVOLTO A:
Accertatori Tributari

In collaborazione con


 

21 - 22 OTTOBRE 2019
Auditorium Matitone
Via di Francia, 3
GENOVA

CAPIENZA SALA: 40 POSTIsn_disabile

 

Comune di GENOVA

 

Il corso è rivolto principalmente a quel personale addetto dell’Ufficio Entrate che si intende dedicare in toto o in parte all’attività di controllo e monitoraggio del territorio.
Nell’organizzazione moderna dell’Ufficio Entrate del Comune oggi non si può più prescindere da figure professionali altamente qualificate da dedicare, sia alla lotta all’evasione ed elusione fiscale, sia alla ricerca di una più equa e corretta tassazione di tutti gli “oggetti tributari”  (locali, aree operative, manufatti, impianti pubblicitari, ecc…) insistenti sul territorio comunale.
Durante il corso si affronteranno sia i temi tipici dell’attività dell’Accertatore Tributario, che in generale, il tema dell’organizzazione dell’Ufficio Entrate del Comune, settore pensato come unico insostituibile centro di controllo a 360 gradi di tutte le attività di gestione, liquidazione, accertamento e riscossione delle Entrate dell’Ente.
Per questo motivo il corso si ritiene possa essere rivolto anche ai Funzionari Responsabili dell’Ufficio Tributi e a tutto il personale interessato alla gestione delle singole fasi di vita delle Entrate Comunali.
Il corso è articolato in due giornate di formazione con test finale per la valutazione di idoneità, per un totale di 14 ore d'aula.
Durante le ore in aula verranno analizzate le principali entrate di competenza dei Comuni, analizzando per ciascuna tutti gli elementi utili per una corretta attività di rilevazione. L’accertatore tributario deve necessariamente avere una conoscenza di tutte le materie, e più di altre figure, deve avere padronanza dei presupposti per la corretta applicazione delle entrate gestite dal proprio Ente o Società. In quest’ottica il corso cercherà di formare e/o di aggiornare la preparazione dei partecipanti affrontando anche casi pratici.
Una parte del corso, come detto, sarà poi dedicata all’illustrazione dell’organizzazione dell’Ufficio Entrate nella sua attività di gestione dell’intero ciclo di vita delle Entrate Comunali. Verranno illustrati i vari provvedimenti emessi per l’attività di accertamento e per quella di riscossione, con l’analisi dell’Ingiunzione fiscale, quale strumento di riscossione coattiva alternativo all’affidamento ad Agenzia delle Entrate Riscossione, proseguendo con lo studio delle diverse procedure esecutive e cautelari attuate per la riscossione dei propri crediti, oltre che illustrano i vari strumenti deflattivi del contenzioso con cenni sul Processo Tributario e sulla Mediazione. Si analizzeranno inoltre le sanzioni applicabili per le entrate locali e le problematiche sulle notificazioni degli atti. Insomma ci cercherà di dare una panoramica a 360 gradi di tutta l’attività dell’Ufficio Entrate del Comune, affinché l’Accertatore Tributario, ma anche ai Funzionari interessati, possano avere la giusta preparazione e la giusta visione delle specifiche attività nel contesto dell’Ufficio Entrate.
La figura dell’Accertatore Tributario come noto nasce con l'art 1, commi 179 ss., della Legge n. 296/2006. Secondo questa norma i Comuni e le Province - ma per analogia anche le Città Metropolitane - con provvedimento adottato dal dirigente dell'Ufficio competente possono conferire i poteri di accertamento, di contestazione immediata, nonché di redazione e di sottoscrizione del processo verbale di accertamento per le violazioni relative alle proprie entrate e per quelle che si verificano sul proprio territorio (ad eccezione di quelle legate al Codice della Strada) a dipendenti dell'Ente Locale o dei soggetti affidatari, anche in maniera disgiunta, delle attività di liquidazione, accertamento e riscossione dei tributi e di riscossione delle altre entrate, ai sensi dell'art. 52, comma 5, lett. b), del D.Lgs. 15 dicembre 1997, n. 446, e successive modificazioni.

Requisiti:
La figura dell'accertatore tributario presuppone oltre alla suddetta qualifica di dipendente dell'Ente Locale o dell'affidatario il possesso almeno del diploma di scuola media superiore, la frequenza di un apposito corso di preparazione e qualificazione organizzato a cura dell'Ente Locale stesso (il presente corso lo può rappresentare) ed il superamento del relativo esame di idoneità (che si terrà al termine del secondo giorno). Ovviamente, i soggetti prescelti non devono avere precedenti e pendenze penali in corso né essere sottoposti a misure di prevenzione disposte dall'autorità giudiziaria, ai sensi della Legge 27 dicembre 1956, n. 1423, e successive modificazioni, o della Legge 31 maggio 1965, n. 575, e successive modificazioni, salvi gli effetti della riabilitazione.

Risulterà idoneo alla nomina come "agente accertatore" chi avrà superato il test finale. I "nominati", muniti di tesserino o copia dell'atto di nomina, potranno quindi iniziare la propria attività di accertatori effettuando sopralluoghi e sottoscrivendo verbali di accertamento muniti di fede privilegiata e producibili in giudizio a fini probatori.

 

L'INCONTRO IN PROGRAMMA E' CONFERMATO !!

 

PROGRAMMA

Ore 9,00
Apertura dei lavori

Saluti
Piera CASTAGNACCI
(Direttore Generale area servizi alla comunità del Comune di Genova)
Natalia BOCCARDO (Direttore politiche delle entrate del Comune di Genova - Componente Giunta Esecutiva A.N.U.T.E.L.)
 

 

 

Relatore:
Alessandro MERCIARI (Funzionario Servizi Operativi della Società Spezia Risorse Spa - Docente A.N.U.T.E.L.)

 
PRIMA GIORNATA
Lunedì 21 ottobre 2019
Ore 9,00 - 13,00 ** Ore 14,00 - 17,00
CORSO DI FORMAZIONE PER ACCERTATORI TRIBUTARI Durata Ore 7

 

La figura dell’accertatore tributario istituita con la Legge 296/2006:
- La figura dell'accertatore tributario: nomina, funzioni e responsabilità
- I poteri attribuiti di accertamento, contestazione immediata, di redazione e sottoscrizione del verbale
- Il ruolo dell'accertatore delle entrate e le fattispecie rilevabili
- Rilevanza giuridica del verbale di accertamento
- Profili di responsabilità penale
- Studio di Modelli di verbali di accertamento

L’attività dell’accertatore nell’ambito della rilevazione sul territorio comunale ai fini dell’ Imposta Comunale sulla Pubblicità, CIMP e diritti sulle Pubbliche Affissioni:
- L'ambito di applicazione dell'imposta
- Il soggetto Passivo
- La modalità di applicazione dell'imposta
- L'obbligo dichiarativo e presunzioni
- Il pagamento dell’imposta
- La pubblicità effettuata con veicoli
- Le esenzioni dall'imposta
- Le insegne d'esercizio
- Particolari tipologie pubblicitarie
- Le sanzioni Amministrative
- L'attività accertativa
- La vigilanza sul territorio
- Le Pubbliche Affissioni, modalità gestione del servizio, riscossione diritti, rilevazione e rimozione affissioni abusive
- CASI PRATICI CON SIMULAZIONE DI RILEVAZIONE E COMPILAZIONE VERBALE

L’attività dell’accertatore nell’ambito della rilevazione sul territorio comunale ai fini della Tassa Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche e COSAP:
- TOSAP/COSAP I presupposti normativi, analogie, differenze e conseguenze gestionali;
- L'ambito di applicazione e la fattispecie imponibile;
- Il soggetto Passivo;
- Le modalità di applicazione della tassa;
- Le modalità di applicazione del canone;
- L'obbligo dichiarativo;
- Le occupazioni Permanenti e Temporanee;
- Casistiche - passi carrabili
- Casistiche – pubblici esercizi
- Casistiche – aziende di erogazione pubblici servizi
- Casistiche varie
- Tipologie di occupazioni esenti;
- Il sistema sanzionatorio;
- L'attività accertativa;
- La vigilanza sul territorio
- CASI PRATICI CON SIMULAZIONE DI RILEVAZIONE E COMPILAZIONE VERBALE

L’ attività dell’accertatore nell’ambito della rilevazione sul territorio comunale ai fini della Tassa sui Rifiuti - TARI:
- L'ambito di applicazione dell'imposta
- Il soggetto Passivo
- La modalità di applicazione dell'imposta
- L'obbligo dichiarativo e presunzioni
- Classificazione delle Utenz
- Locali/aree non suscettibili a produrre rifiuti
- Le tipologie di Esenzioni – Rifiuti Speciali
- Le tipologie di possibili riduzioni
- La tassabilità dei Magazzini
- Il trattamento degli Imballaggi
- L'attività accertativa
- La vigilanza sul territorio
- CASI PRATICI CON SIMULAZIONE DI RILEVAZIONE E COMPILAZIONE VERBALE

 
 
SECONDA GIORNATA
Martedì 22 ottobre 2019
Ore 9,00 - 13,00 ** Ore 14,00 - 17,00
CORSO DI FORMAZIONE PER ACCERTATORI TRIBUTARI Durata Ore 7



 

L’attività dell’accertatore nell’ambito della rilevazione sul territorio comunale ai fini dell’Imposta Municipale Propria – IMU:
- L'ambito di applicazione dell'imposta
- Il soggetto Passivo
- La modalità di applicazione dell'imposta
- L'obbligo dichiarativo e presunzioni
- L'attività accertativa
- La vigilanza sul territorio
- CASI PRATICI CON SIMULAZIONE DI RILEVAZIONE E COMPILAZIONE VERBALE

L’attività dell’accertatore nell’ambito della rilevazione sul territorio comunale ai fini dell’Imposta di Soggiorno:
- Istituzione e presupposto dell'imposta
- Il soggetto Passivo e responsabile degli obblighi tributari
- La modalità di applicazione dell'imposta
- L'obbligo dei gestori delle strutture ricettive e la qualifica di agenti contabili
- L’attività di controllo
- Il ruolo della Polizia Municipale
- La figura dell’accertatore tributario
- CASI PRATICI CON SIMULAZIONE DI RILEVAZIONE E COMPILAZIONE VERBALE

La figura dell’accertatore tributario quale elemento attivo e propositivo dell’Ufficio Entrate del Comune:
- L’ufficio entrate del Comune, gestione completa dell’intero ciclo di vita delle Entrate Comunali
- L’attività di gestione, accertamento e riscossione delle entrate tributarie ed extratributarie
- L’attività di verifica e controllo finalizzata all’ accertamento entrate
- L’attività di accertamento ai sensi della Legge 296/2006 articolo 1 – commi 161 a 170
- Introduzione alle varie fasi di riscossione, dalla riscossione volontaria alla riscossione coattiva
- L’ingiunzione fiscale “rafforzata” e cenni sulle procedure cautelari ed esecutive DPR 602/73
- Applicazione delle sanzioni amministrative in ambito tributario
- Il contenzioso, cenni sul Processo Tributario e la Mediazione tributaria, coinvolgimento della figura dell’accertatore tributario
- Gli strumenti deflattivi del contenzioso, l’autotutela, l’acquiescenza, l’accertamento con adesione, la Conciliazione giudiziale
- La figura del “Messo notificatore” Legge 296/2006 art. 1 comma 158 e la gestione delle notifiche dei provvedimenti di accertamento e di riscossione coattiva

 

Ore 13,00
Pausa
Ore 14,00
Ripresa dei lavori
Ore 17,00
Chiusura lavori


Al fine di garantire una migliore organizzazione, è preferibile inviare la scheda di prenotazione entro giorno 14 ottobre 2019

PRIMA DI PARTECIPARE AL CORSO E' NECESSARIO TRASMETTERE
per email: iniziative@anutel.it
LA DETERMINA DI AUTORIZZAZIONE ALLA PARTECIPAZIONE AL CORSO ALLEGATA SUL MENU DI DESTRA.

 

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

SOGGETTI AFFIDATARI
(attività di liquidazione, accertamento e riscossione dei tributi e di riscossione delle altre entrate, ai sensi dell' art. 52, co.5, lett. b), del D.lgs. n. 446/1997)
  € 250,00 + IVA a partecipante
 
*Gli Enti associati non in regola con il versamento delle quote associative non avranno diritto alla formazione gratuita sino alla regolarizzazione della posizione. Fermo restando che nei corsi ove è previsto il pagamento gli Enti associati potranno partecipare versando la quota dei non soci. Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria dell’Associazione ai seguenti recapiti Tel. 0967-486494 email iniziative@anutel.it”.
L'attestato di idoneità verrà rilasciato solo dopo che l' Ente/Agenzia ha provveduto ad effettuare il pagamento della quota di partecipazione.
Il pagamento dovrà essere effettuato a ricezione della fattura, esclusivamente sulle coordinate indicate.
Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell'art.3 Legge 13.08.2010, n. 136

 

REGOLE PER IL RILASCIO DELL’ATTESTATO
FINALE DI IDONEITA’:

1. Al termine delle due giornate di formazione, ad ogni partecipante sarà consegnato un questionario a risposta multipla sugli argomenti trattati.
2. L’attestato finale di idoneità sarà rilasciato ai soggetti che abbiano superato con esito positivo i questionari finali del corso stesso.
3. La durata è di due giornate consecutive per un totale di n. 14 ore.
La Commissione d’esami sarà composta da tre esperti
A conclusione del corso verrà rilasciato, previo esame di idoneità, attestato finale.