San Michele al Tagliamento - Bibione (VE), 15 - 16 - 17 - 18 maggio 2017

MASTER BREVE SUI TRIBUTI LOCALI

QUOTE DI PARTECIPAZIONE (clicca qui per i costi)

RIVOLTO ESCLUSIVAMENTE A:
Amministratori, Revisori dei Conti, Segretari Generali, Dirigenti, Funzionari e Operatori Uffici Tributi e Finanziari, Società 100% pubbliche Enti Locali, Società e Soggetti privati

in collaborazione con

Comune di
SAN MICHELE AL TAGLIAMENTO (VE)

 

15 - 16 - 17 - 18 maggio 2017
Savoy Beach Hotel
Corso Europa, 51
- BIBIONE -

San Michele al Tagliamento (VE)

CAPIENZA SALA: 100 POSTIsn_disabile

 

La fiscalità locale nel 2017 si basa ancora principalmente sul tridente dell'imposta unica comunale, IMU, TARI e TASI, trascinandosi dietro tutte le difficiltà applicative che hanno caratterizzato gli anni passati. La legge di bilancio dell’anno 2017 non ha infatti apportato novità alla disciplina sostanziale dei prelievi comunali. Importanti sono invece le novità che riguardano la materia della riscossione delle entrate locali, la quale, pur in assenza dell’auspicata riforma organica della riscossione coattiva, è fortemente influenzata dal nuovo assetto della riscossione pubblica, reinternalizzata nella nuova struttura denominata “Agenzia delle entrate – riscossione”.
In questo panorama, tenuto altresì conto della responsabilità che le normative vigenti attribuiscono agli operatori del settore, diventa imprescindibile la necessità di un continuo aggiornamento normativo sia per assicurare una corretta gestione della materia e sia allo scopo di ottimizzare l'organizzazione ed il funzionamento degli uffici preposti. Inoltre, la preparazione professionale diviene fondamentale per assicurare un corretto ed equo rapporto con il cittadino-contribuente, giustamente sempre più attento e preparato.
Il master programmato e di seguito proposto rappresenta un momento formativo di qualità volto sia a fornire le necessarie basi normative ed interpretative della materia, anche alla luce delle più recenti modifiche, ma anche, e soprattutto, teso a chiarire i dubbi applicativi pratici che gli operatori incontrano nella gestione quotidiana.
Nel programma che sarà svolto saranno trattate, con un taglio pratico-operativo, tutte le più rilevanti tematiche del momento, dall’IMU, alla TARI, alla TASI, fino agli strumenti ed alle modalità di accertamento ed alla riscossione.
Il master rappresenta, inoltre, un importante momento di scambio e di confronto di esperienze, problematiche e progetti, tra gli operatori del settore.
 

PROGRAMMA

Ore 9,00
Apertura dei lavori

Saluti:
Amministrazione Comunale
  Francesco TUCCIO (Presidente A.N.U.T.E.L.)
Giuseppe VIT (Componente Giunta Esecutiva A.N.U.T.E.L.)

Ore 9,30
Inizio della relazione

 

PRIMA GIORNATA
Lunedì 15 maggio 2017
Ore 9,00 - 13,00 ** Ore 14,00 - 17,00


SI RINGRAZIA

LA TASSA SUI RIFIUTI Durata Ore 7

 

Inquadramento normativo del tributo
I soggetti passivi
L’oggetto del tributo
Le esclusioni dal tributo
L’applicazione del tributo sulle attività economiche:
    - rifiuti speciali non assimilati
    - rifiuti assimilati alla luce delle facoltà attribuite dal DL 16/2014
    - la tassazione dei magazzini
    - gli imballaggi
I criteri di commisurazione della superficie tassabile
La classificazione delle utenze domestiche e non domestiche ai fini del tributo: casi pratici
La decorrenza del tributo e la cessazione dello stesso: decesso del contribuente, fallimento, liquidazione, società cancellate
Le riduzioni e le esenzioni dal tributo
I criteri di determinazione delle tariffe
    - il metodo normalizzato
        - la determinazione dei costi del servizio ed il piano finanziario – costi standard
        - l’accantonamento al fondo svalutazione crediti e la sua relazione con il fondo crediti di dubbia esigibilità
        - i costi del servizio a consuntivo
        - la struttura delle tariffa
        - le fasi operative per la costruzione della tariffa
                - l’individuazione dei costi fissi e di quelli variabili
                - i criteri di riparto dei costi del servizio tra le utenze
                - l’effetto delle riduzioni/esenzioni/agevolazioni sui costi
                -  il calcolo delle tariffe ed i criteri di scelta dei coefficienti, la motivazione della scelta e le possibili deroghe
    -  il criterio alternativo per il calcolo delle tariffe
        - la definizione dei costi del servizio
        - le possibili soluzioni: la definizione dei coefficienti di produttività qualitativi e quantitativi
        - le problematiche ed i vantaggi operativi
La riscossione del tributo e gli affidamenti esterni alla luce delle nuove regole del D.L. 193/2016
La tariffa corrispettiva alternativa alla TARI e la futura evoluzione verso il modello corrispettivo
Il regolamento del tributo
Il funzionario responsabile e l’accertamento
Cenni sul ravvedimento, le sanzioni e gli altri istituti deflattivi del contenzioso nella TARI

Ore 12,30
Advanced Systems presenterà la propria soluzione informatica

Relatore: Stefano BALDONI (Responsabile dell'Area Economico-Finanziaria e Tributi del Comune di Corciano (PG) - Vice Presidente A.N.U.T.E.L.)



SECONDA GIORNATA
Martedì 16 maggio 2017

Ore 9,00 - 13,00 ** Ore 14,00 - 17,00
LE PRINCIPALI QUESTIONI CONTROVERSE IN MATERIA DI ICI/IMU E TASI Durata Ore 7

 

Le particolari soggettività passive IMU e TASI
- Il diritto di abitazione del coniuge superstite e la nuda proprietà.
- Il diritto di abitazione ex art.1022 e seg.c.c. e il diritto di usufrutto.
- La soggettività passiva del coniuge assegnatario della casa coniugale.
- I soggetti passivi nel comodato.
- La soggettività passiva del concessionario di aree e beni demaniali.
- La soggettività passiva degli enti per l’edilizia residenziale pubblica.
- La soggettività passiva nelle successioni mortis causa.

Esenzione ICI/IMU degli Enti non profit
- I requisiti soggettivi ed oggettivi necessari per accedere all’esenzione alla luce dei più recenti principi espressi dal diritto vivente:
    - il concetto di attività commerciale rilevante ai fini ICI e IMU;
    - l’esenzione per gli immobili concessi in comodato o in locazione;
    - gli immobili destinati ma non utilizzati;
    - i requisiti necessari per l’accesso all’esenzione di Enti ecclesiastici e scuole paritarie;
    - i requisiti necessari per l’accesso all’esenzione delle onlus;
    - l’esenzione per gli immobili a destinazione mista;
    - la rilevanza delle finalità istituzionali e del pubblico interesse ai fini dell’esenzione.

ICI/IMU in materia di aree edificabili
- La corretta motivazione degli avvisi di accertamento sui valori.
- Gli oneri probatori dell’Ente locale.
- Le soluzioni alternative al contenzioso.
- Le aree edificabili pertinenziali alla luce del diritto vivente.
- Le aree edificabili utilizzate per le attività agricole.

L’applicazione ai tributi locali del principio sulla emendabilità della dichiarazione fiscale
- I principi di diritto vivente sul punto.

IMU/TASI - società di leasing
- Soggettività passiva IMU e TASI nella locazione finanziaria.
- Soggettività passiva IMU/TASI nel caso di fallimento

ICI/IMU nell’abitazione principale
- Le doppie residenze dei coniugi.
- I comodati.
- Il comodato tra comproprietari.
- Gli immobili dei residenti all’estero

I vizi della notifica a mezzo posta e a mezzo pec e la loro rilevanza processuale
- Come evitare i vizi di notifica degli atti impositivi.
- Come difenderci in contenzioso quando il vizio viene contestato.

Relatore: Maria SUPPA (Avvocato Tributarista - Patrocinante in Cassazione - Docente Esclusivo A.N.U.T.E.L.)


 
TERZA GIORNATA
Mercoledì 17 maggio 2017

Ore 9,00 - 13,00 ** Ore 14,00 - 17,00
LA RISCOSSIONE DELLE ENTRATE COMUNALI ALLA LUCE DELLA RIFORMA Durata Ore 7

 

La riforma delle riscossione pubblica
- L’eliminazione di Equitalia e l’affidamento della funzione della riscossione pubblica all’Agenzia delle entrate
- L’affidamento delle entrate comunali al nuovo soggetto pubblico
- La gestione del periodo transitorio

Modelli organizzativi per la gestione delle entrate comunali
- L’esigenza strategica di accelerare la riscossione: la modalità di contabilizzazione delle entrate comunali, il fondo crediti di dubbia esigibilità e gli indicatori di bilancio
- La natura giuridica della riscossione
- La riscossione spontanea alla luce del D.L. 193/2016
- La gestione diretta
- Le forme di esternalizzazione: modalità, soggetti, procedure alla luce del nuovo codice degli appalti. L’affidamento alle società in house alla luce del nuovo D.Lgs 175/2016

La gestione della riscossione spontanea
- L’autoliquidazione e la liquidazione d’ufficio: caratteri e differenze
- Strumenti di riscossione utilizzabili: la previsione del D.L. 193/2016 e l’introduzione di PagoPA
- Rimborsi, compensazione tributaria e accollo

Gli strumenti della riscossione coattiva
- I termini decadenziali per la riscossione coattiva
- Il ruolo:
- Entrate per le quali può utilizzarsi
- Caratteristiche e procedura di formazione del ruolo
- Compensi spettanti all’agente della riscossione
- Rimborso delle spese di notifica e delle procedure esecutive a carico dell’ente: ipotesi e modalità alla luce dell’evoluzione normativa
- La rottamazione dei ruoli del 2015 e il rimborso delle spese per le procedure
- La definizione agevolata dei ruoli del D.L. 193/2016: adempimenti del contribuenti, entrate coinvolte, effetti sui carichi;
- La comunicazione di inesigibilità: la proroga dei termini e le procedure di controllo da parte degli enti
- L’ingiunzione fiscale:
- La disciplina normativa alla luce della mancata riforma
- Caratteri dell’ingiunzione ed elementi essenziali
- Modalità di notifica dell’ingiunzione fiscale
- L’addebito delle spese e dei compensi al contribuente
- La definizione agevolata delle ingiunzioni fiscali introdotta dai comuni

Le procedure esecutive e cautelari
- Limiti imposti dalla legge all’avvio delle procedure
- Le procedure cautelari: il fermo amministrativo e l’ipoteca
- Il pignoramento presso terzi: casistiche
- Le procedure esecutive mobiliari ed immobiliari
- Il ruolo del funzionario della riscossione

La riscossione in pendenza di giudizio e nelle procedure fallimentari
- Modalità e termini di decadenza alla luce della giurisprudenza
- Gli adempimenti in caso di fallimento e concordato preventivo

 Relatore: Maria CINQUEPALMI (Responsabile Ufficio Tributi del Comune di Fiumicino (RM) - Componente Consiglio di Presidenza e Docente Esclusivo A.N.U.T.E.L.)



QUARTA GIORNATA
Giovedi 18 maggio 2017

Ore 9,00 - 13,00 ** Ore 14,00 - 17,00
L’ATTIVITÀ DI ACCERTAMENTO DEI TRIBUTI LOCALI Durata Ore 7

 

Introduzione
Origine dell’attività di accertamento
Effetti positivi in campo sociale e fiscale, fattori ostativi

Il rapporto tributario
Fase ordinaria: elementi del rapporto, adempimenti dei contribuenti

Fase di accertamento
Procedimento di accertamento:

1) Iniziativa del contribuente (denuncia o versamento)
2) Iniziativa dell’ufficio
Istruttoria:
1) Banche dati disponibili
2) Contradditorio endoprocedimentale: analisi dei casi in cui risulta obbligatorio
Fase decisoria
1) avviso per infedele/omessa denuncia;
2) avviso per omesso/parziale/tardivo versamento;
Fase integrativa della efficacia
- I tempi della notifica: analisi dei casi di prescrizione e dei casi di decadenza, con particolare riferimento al principio dello sdoppiamento del perfezionamento della notifica
I canali possibili di notifica, con particolare riferimento alle novità introdotte dal DL 193/16

Aspetto sanzionatorio
- I principi
- Le sanzioni in caso di omesso/tardivo versamento alla luce delle recenti modifiche del 2015
- Le violazioni pluriennali e il problema del cumulo giuridico e della recidiva;
- Istituti deflattivi del contenzioso:
    - Ravvedimento operoso alla luce delle novità apportate dalle ultime due leggi di stabilità e dal D.Lgs 158/2015
    - Accertamento con adesione e possibili applicazione per i tributi locali
    - Reclamo e mediazione

Alcune metodologie per l’accertamento :
- Allineamento della banca dati Tassa rifiuti alle banche dati catastali e soggetti iscritti ruolo):
- Individuazione degli immobili non presenti in banca dati tassa rifiuti;
- Verifica evasione Tassa rifiuti da anagrafe, da utenze elettriche, idriche;
- Verifica unità immobiliari F3 o F4;
- Verifica abitazione principale ai fini ICI/IMU,
- Verifica valore aree edificabili

Segnalazione qualificate
- Fonti normative e regolamentari
- Ambiti di intervento
- Uffici comunali coinvolti
- Alcuni esempi di indagine

Relatore: Massimo MIGLIORISI (Responsabile Ufficio Tributi del Comune di Mugnano di Napoli (NA) - Docente Esclusivo A.N.U.T.E.L.)


QUOTE DI PARTECIPAZIONE

• Il pagamento dovrà essere effettuato alla ricezione della ricevuta o fattura, esclusivamente sulle coordinate bancarie indicate.
• Per gli Enti Locali la quota è esente IVA, ai sensi dell'art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni)

Enti Locali associati con quota B e C
(in regola con le quote associative)

PARTECIPAZIONE GRATUITA SENZA LIMITI DI PARTECIPANTI


Enti Locali associati con quota A e A/PLUS
(in regola con le quote associative)
La quota è di € 200,00 a persona

Socio Personale
(in regola con le quote associative)
La quota è di € 200,00 + IVA

Enti Locali non associati

La quota è di € 500,00 a persona

Società e soggetti privati

La quota è di € 500,00 + IVA  a persona

 

• Nel caso in cui l'Ente non fosse ancora associato, può aderire con la quota prescelta e la relativa delibera deve essere necessariamente adottata prima della data del Master.
• Qualora l'Ente fosse associato con la "quota A" e volesse aderire con la "quota B" può farlo integrando la relativa quota al momento della data di prenotazione.
• Rilascio attestato di frequenza.

 

Tuttavia, qualora l'Ente volesse partecipare ad una singola giornata,i costi saranno i seguenti:

Enti Locali associati ANUTEL con quota B e C
(in regola con le quote associative)
PARTECIPAZIONE GRATUITA - SENZA LIMITE DI PARTECIPANTI
(escluso Pranzo)

Enti Locali associati ANUTEL con quota A e A/PLUS
(in regola con le quote associative) € 60,00 a partecipante
(escluso pranzo)

Enti Locali non associati € 100,00 a partecipante
(escluso pranzo)

Società e soggetti privati € 130,00 + IVA a partecipante
(escluso pranzo)

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE
A conclusione dei lavori verrà inviato l'attestato di partecipazione, identificato con il relativo numero di protocollo, direttamente sulla email indicata in fase di prenotazione.

N.B. Qualora l'Ente partecipasse ad una singola giornata, verrà rilasciato un attestato di partecipazione come Uditore

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Al fine di garantire una migliore organizzazione, è preferibile inviare la scheda di prenotazione entro giorno 30 aprile 2017

Colazione di lavoro
È prevista la colazione di lavoro al costo convenzionato di € 22,00, a carico dei partecipanti, presso il ristorante della struttura. La direzione del ristorante rilascerà apposita ricevuta.


È COMUNQUE OBBLIGATORIO COMUNICARE ENTRO E NON OLTRE 3 GIORNI PRIMA DELL'INCONTRO EVENTUALE MANCANZA DI PARTECIPAZIONE E/O DISDETTA DELLA COLAZIONE DI LAVORO A:
Sede Nazionale: Tel. 0967.486494 - fax 0967.486143
Sede Secondaria di AMELIA: Tel. 0744-978165 - fax 0744-978834