Videoseminario, 21 giugno 2021

L’ASSIMILAZIONE DEI RIFIUTI E TASSAZIONE DELLE UTENZE NON DOMESTICHE
 DOPO IL D.LGS. 3 SETTEMBRE 2020 n.116


- PARTECIPAZIONE GRATUITA -
 

COMUNICAZIONE IMPORTANTE

  • Fino a 2 giorni antecedenti il videoseminario, i partecipanti potranno porre una domanda al Docente direttamente dal menu lato destro all'interno del programma, la domanda perverrà sulla mail del Docente, che risponderà durante il Suo intervento.
  • Sarà comunque possibile visionare i videoseminari nei giorni successivi, CLICCA QUI per accedere all'archivio VIDEOCORSI.

RIVOLTO A:
Enti Locali

 

 

21 GIUGNO 2021

Connessioni fino a 300 utenti

 
 

PROGRAMMA
 

Le modifiche apportate dal D.Lgs. 3/9/202O n.116 al D.Lgs. 03/04/2006, n.152 contenente “Norme in materia ambientale” hanno generato modifiche normativa che impattano sulla disciplina del servizio pubblico di gestione dei rifiuti e sull’applicazione della tassa sui rifiuti alle utenze non domestiche. Al riguardo, diverse sono le interpretazioni del quadro normativo che si riscontrano e si incrociano in dottrina e in prassi. Spesso, le problematiche generate da tali modifiche normative sono affrontate da una prospettiva (mi si permetta il termine) tasso-centrica ovvero ponendo la tassa o la tariffa rifiuti al centro  del “sistema solare di riferimento” per le evidenti preoccupazioni sulle ricadute economico-finanziarie. Con il presente corso si intende apportare un contributo al dibattito offrendo un’analisi delle problematiche da una prospettiva diversa che pone al centro del sistema solare la disciplina dei rifiuti, (volta alla tutela della salute e dell’ambiente), dove la tassa e il servizio di gestione dei rifiuti svolgono una funzione strumentale  ovvero assumono la posizione di pianeti satellitari. Si intende così contribuire a fornire ai discenti ulteriori argomentazioni per affrontare in modo consapevole le problematiche applicative della normativa nazionale in materia di servizio pubblico, di piani economico finanziari e di tassa tariffa rifiuti alle utenze non domestiche.
 

Ore 15,00
Apertura dei lavori

Moderatore
Francesco TUCCIO
(Presidente A.N.U.T.E.L.)
 

Relatore:
Roberto LENZU (Responsabile Direzione Entrate del Comune di Sassuolo (MO) - Docente A.N.U.T.E.L.)
 

 Le modifiche apportate dalla direttiva 2018/851 del Parlamento Europeo e del Consiglio alla direttiva 2008/98/CE contenente la disciplina quadro sui rifiuti, relative a:
- La qualificazione dei rifiuti con particolare riferimento a quelli urbani:
  · l’assimilazione dei rifiuti speciali a quelli urbani.
Rifiuti industriali, commerciali e agricoli;
- Rifiuti da costruzione e pericolosi prodotti dalle famiglie;
- La classificazione dei rifiuti e orientamento tecnico di classificazione;
- La responsabilità del produttore dei rifiuti:
  · inerenza congruità e trasparenza dei costi del servizio pubblico.
- Gerarchia dei rifiuti, raccolta differenziata e funzione strumentale della tassa/tariffa rifiuti.

 Principi e criteri direttivi contenuti nell’art.16 della legge 04/10/2019 n. 117 contenente la delega al Governo del recepimento della direttiva europea 851/2018, con riferimento a:
- Riordino del ruolo degli enti locali;
- Riforma della classificazione dei rifiuti e assimilazione;
- Razionalizzazione del sistema tariffario per incoraggiare la gerarchia dei rifiuti:
  · sistemi di misurazione puntuale dei rifiuti prodotti e principio chi inquina paga.

 Le specifiche disposizioni introdotte dal D.Lgs. 3/9/2020, n. 116 con riferimento a:
- Qualificazione dei rifiuti urbani e assimilazione;
- Qualificazione dei rifiuti speciali;
- La questione dei rifiuti della produzione agricola e industriale;
- La questione della detassazione delle superfici ai fini della tassa/tariffa;
- L’opzione degli utenti non domestici per la fuoriuscita dal servizio di gestione dei rifiuti:
  · la questione della detassazione della parte variabile.
- Ricadute sul servizio di gestione pubblico dei rifiuti, sui costi e contromisure.
 

Ore 17,00
Chiusura lavori